News

COMMISSIONE SOLIDARIETA' - RIPETIZIONI GRATUITE

La Commissione Solidarietà organizza un servizio gratuito per i ragazzi della Lupa che abbiano necessità di aiuto sulle principali materie scolastiche.
Naturalmente, questo servizio non può essere sostitutivo di un serio programma di recupero, ma solo una spinta o una mano tesa a chi avesse difficoltà momentanee.
Tutte le persone interessate possono contattare Luca (360 711438) o Annalisa (339 1544997).

Contattaci

AGGIORNAMENTI IMPORTANTI

Cari Lupaioli, facendo seguito alle scorsa email siamo ad aggiornarvi quanto alle proroghe stabilite dal Magistrato delle Contrade in ambito di prevenzione e sicurezza in ottemperanza con quanto diramato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri:

Le attività della Contrada vengono annullate e la Società rimarrà chiusa fino al giorno 3 Aprile p.v. .
Nello specifico viene annullata la cena dei 100 Giorni al Palio del giorno 21 Marzo e la Conferenza "il Palio con gli occhi dei Protagonisti" e la successiva cena del giorno 28 Marzo.
Viene inoltre sospeso fino a nuova comunicazione il corso pomeridiano per tamburini e la celebrazione domenicale della S. Messa.
In allegato troverete il comunicato stampa del Magistrato delle Contrade.

DispCOVID19.docContattaci

Palii 2020 - Comunicato congiunto del Sindaco, Rettore Magistrato delle Contrade e Decano dei Capitani

A seguito dell'incontro avvenuto oggi alle 12.00 nella Sala delle Lupe l'Amministrazione Comunale, il Rettore del Magistrato delle Contrade, tutti i Priori, il Decano ed il Vice Decano dei Capitani intendono comunicare a tutta la cittadinanza le decisioni prese in merito all'annata paliesca 2020.
All'unanimità, è stato stabilito lo slittamento dei due palii del corrente anno dal 2 luglio al 22 di agosto per il Palio di Provenzano (2/7/2020), mentre il Palio dell'Assunta (16/08/2020) verrà posticipato al 26/09/2020.
La decisione finale, riguardo all'effettivo svolgimento delle carriere nelle date sopra indicate, verrà presa nell'arco temporale dal 10 al 15 maggio 2020, confrontandosi anche con tutte le istituzioni interessate (Prefettura e Questura).
Tutto ciò qualora vi fosse la possibilità di svolgere in maniera regolare e nelle forme consuete, con la partecipazione del popolo, le feste della nostra città.
Qualora il Governo e tutte le amministrazioni competenti dovessero allungare i tempi della normativa in materia di limitazione dei rapporti interpersonali, verrà valutata la possibilità di annullare del tutto i due palii o, eventualmente, di effettuarne uno straordinario nel caso vi fossero le condizioni sia sociali che del rito, che giustifichino detta iniziativa nella parte finale della stagione.
Inoltre, si comunica alla cittadinanza senese che tutte le feste titolari comprese le manifestazioni e feste collegate, sono annullate in ragione del fatto che gran parte di esse ricadono in un arco temporale per il quale è vietata ogni forma sociale di attività che comporti la vicinanza fra persone.
Tale dolorosa decisione unanime viene presa con forte rammarico nell'esclusivo sentimento di unità, solidarietà tra tutte le consorelle. L'Amministrazione Comunale fa rilevare il senso di responsabilità e di fratellanza che tutte le Contrade hanno dimostrato in questa occasione, come sempre.

Il SINDACO
IL RETTORE MAGISTRATO CONTRADE
IL DECANO DEI CAPITANI

Contattaci

Lettera del priore ai Lupaioli del 08/04/2020

Cari Lupaioli,
è con piacere che vi condividiamo la lettera che l'On.do Priore Piperno vi indirizza e ci uniamo a Lui e a tutto il Seggio nel farvi i nostri più cari auguri per una serena Pasqua.
Nella speranza di tornare presto a rivederci tutti insieme nel nostro amato Rione vi porgiamo quindi i nostri più cordiali saluti.

Lettera del priore ai Lupaioli

Contattaci

Sportello Ascolto Lupa

Cari Lupaioli,
la Contrada della Lupa è lieta di comunicarvi che per il tramite della Commissione Attività Sociali e Ricreative della Società Romolo e Remo, in questo strano tempo di attesa nel quale purtroppo non è possibile creare unione concreta, La Contrada della Lupa propone di offrire, con l’indispensabile supporto dei coniugi Bonsanti, Psicologi Clinici Psicoterapeuti, un momento di sociale approfondimento, valutazione e sostegno. Per chi fosse interessato, troverete tutte le specifiche nel file allegato (denominato: "Sportello Ascolto Lupa").

Sportello_Ascolto_Lupa.pdfContattaci

Disponibilità per assistenza alle lezioni scolastiche a distanza

Cari Lupaioli,
la Contrada della Lupa è lieta di comunicarvi in seguito ad una richiesta inviata al Magistrato delle Contrade da parte dell'Assessorato all'infanzia, istruzione, università, formazione e sport del Comune di Siena, siamo a chiedere che si facciano avanti, qualora fosse possibile, persone abili e volenterose disponibili a fornire assistenza per permettere alle famiglie/studenti in difficoltà con la tecnologia di poter operare per seguire le lezioni scolastiche a distanza.

Contattaci

Contest Tartuca

Cari Lupaioli,
la Contrada della Lupa è lieta di comunicarvi che la Contrada della Tartuca ha indetto il contest SENIO CALLING CONTEST per gruppi musicali formati dai protettori dalla Contrade. Per quei ragazzi e quelle ragazze che fossero interessati: le specifiche del concorso musicale le troverete nel file allegato (denominato: "Contest Tartuca")

Contest_Tartuca.pdfContattaci

CENTENARIO DELLA LAPIDE IN ONORE DEI CADUTI NELLA GRANDE GUERRA

Cari Lupaioli,
con piacere e commozione vi inviamo queste poche righe, firmate dalla nostra Commissione Archivio, estratto del lavoro che stavano preparando per commemorare il Centenario della lapide posta ad imperitura memoria dell'eroismo e dell'estremo sacrificio dei giovani della Lupa nella Grande Guerra.

La pandemia del corona virus, fra i tanti stravolgimenti che ha portato alla vita quotidiana e non solo, ha anche impedito, problema senza dubbio secondario e, soprattutto, esente da tragiche conseguenze, la realizzazione delle manifestazioni pubbliche; per questo motivo si è dovuta rinviare l’iniziativa che la Lupa aveva programmato per il 30 maggio: un incontro con l’inaugurazione di una piccola mostra documentaria, corredata da una pubblicazione, a ricordo di una cerimonia che si svolse cento anni fa, quando, il 30 maggio 1920, a poco più di un anno dalla fine della Prima Guerra Mondiale che aveva disseminato lutti su tutto il territorio nazionale, la Contrada inaugurò una lapide commemorativa per onorare degnamente i propri caduti (Elena Riccomanni, Mario Baldassarrini, Alessio Barbero, Rodolfo Braccagni, Garibaldo Fierli, Eugenio Lotti, Mario Leoni, Giulio Marradi, Foscolo Marsili, Natale Pianigiani, Guido Parri, Pietro Vetturini, Carlo Franci, ai quali furono poi aggiunti Renato Cabibbe ed Elio Giovannelli). La splendida opera realizzata da Fulvio Corsini rammenta ancor oggi a chi entra nella nostra sede i nomi dei lupaioli caduti per la Patria e, quindi, anche per la Lupa, che è la nostra prima piccola Patria.

Insieme alla lapide la Contrada commissionò anche un grande album, realizzato da un altro artista, Vincenzo Torricelli, con ornamenti in ferro agli angoli e nel centro della ditta di Pasquale Franci, l’Onorando Priore del momento, nel quale si raccolsero le foto e le schede, oltre che dei morti, anche degli invalidi, dei feriti e dei reduci lupaioli della Grande Guerra; di tutti coloro che, a chiamarli, ancor oggi darebbero la risposta di sempre: «PRESENTE».

La solenne cerimonia, puntualmente descritta su La Vedetta senese (anno XXIV, n. 124), si svolse alla presenza delle autorità civili, militari e religiose della città e del popolo della Contrada, che era «accorso unanime a questa solenne manifestazione», come dice il resoconto de La Vedetta. Alle ore 10.30, dopo che erano state celebrate messe di suffragio all’interno dell’Oratorio, portò il saluto della Lupa l’On.do Priore Pasquale Franci, quindi intervenne la madrina Egle Bruchi prima che prendesse la parola, per la commemorazione ufficiale, il sacerdote prof. Primo Cinelli, membro del Seggio della Contrada, il quale «per quasi un'ora – racconta La Vedetta – tenne incatenata la folla che gremiva la sala con un meraviglioso discorso di fede a di pas­sione», discorso che possiamo ancora leggere, dato che la Contrada ne fece stampare il testo nell’opuscoletto Nella serenità della gloria. Poche ma interessanti sono le notizie che si hanno sull’oratore, che era parroco di San Donato, dopo esserlo stato di San Francesco all’Alberino. Cinelli aveva guidato l’Arciconfraternita della Misericordia di Siena in un periodo particolarmente difficile e gravoso, fra la Guerra di Libia e lo scoppio della Prima Guerra Mondiale. Era stato nominato Vicario nel 1911, subentrando al prof. Ottavio Lunghini, chiamato a sostituire il Provveditore cav. Remigio Bartalini. Nell’ottobre dello stesso anno Lunghini morì e, di conseguenza, fu Cinelli ad assumere quell’incarico fino alla fine del mandato triennale nel 1912, un triennio del tutto particolare, perché vide l’alternarsi di tre Provveditori. La carica gli venne riconfermata per il successivo triennio 1913-1915; successivamente fu di nuovo chiamato a ricoprirla nel 1921-1923. Ma non basta. Cinelli viene sempre indicato come professore: la sua attività didattica è documentata soltanto dall’anno scolastico 1922/23 al 1926/27 come insegnante di Storia nel Liceo del Seminario Arcivescovile, ma, dato che lo troviamo con tale qualifica già nel 1910, è evidente che insegnava da tempo. Dalla sua lapide sepolcrale nell’anticappella del Camposanto Monumentale della Misericordia apprendiamo che morì il 3 giugno 1929 all’età di 58 anni, quindi doveva essere nato nel 1871.

Cinelli non fu il solo personaggio di rilievo ad essere coinvolto nella celebrazione, perché alla fine della cerimonia venne distribuita la pubblicazione ricordo In memoria dei caduti per la Patria, con i loro ritratti e biografie. L’opuscolo era opera di Francesco Giunti, giornalista e scrittore, il più attivo in Contrada fra i fratelli Giunti; gli altri erano Orazio, che faceva il tornitore come il padre Marco, ed i pittori Umberto e Vittorio. Lo stesso Giunti sarà poi anche autore di un librettino dato in omaggio ai protettori nella Festa titolare del 1925: Onoranze ai caduti nella Guerra Mondiale di liberazione 1915-18 appartenenti alla Contrada della Lupa. Relazione morale.

Oggi, a 100 anni di distanza, la Lupa, a testimoniare che non dimentica mai i suoi figli, vuole ricordare quel momento e quei nomi, non di eroi, ma di persone comuni, dotate però di un così alto senso del dovere da spingerle all’estremo sacrifizio, come tante – bisogna dirlo – ne abbiamo viste in questi giorni nelle case di riposo, negli ospedali e sulle strade.

La Commissione Archivio

La Contrada era intenzionata ad organizzare ben altro per commemorare questo Centenario ma purtroppo lo stato delle cose non lo ha reso possibile. L'appuntamento è però solo rimandato.

Cogliamo l'occasione per porgervi i nostri più cordiali saluti.





Contattaci